U discorsu di Haile Sélassié à a UA in 1963 è 64

Haile Selassie

Uni pochi milla d'anni fà, e crescite di e civilizazioni in u cuntinente. Sò stati nisun modu inferitu per quelli chì esistevanu in altri cuntinenti. L'Africani eranu puliticamenti libera è economicamente indipendenti. Anu avutu a so struttura so propiu, è e so culturi eranu veramenti indigenous. U pianu coloniali culminò in a catena è a esclavità di u nostru cuntinenti. I nostri populi, anziani orgogliosi è liberi, eranu ridotti à a slaveria è umilità. Oghji, Africa ha sviluppatu da stu periodu scuru.

Hè rinatu novu comu un cuntinutu libre, è africani cum'è masculi libretti. U sangue chì hè stata sparta è i pardimenti sperienciati sò e prime guarantiti di a nostra libertà è unità. Ùn importa di quale si ncuntrau, hè cun rispettu chì avemu scurdatu di tutti quelli africani chì si ricusàvanu di accetta u ghjudìsticu passatu contr'à elli da i culunialisti è l'imperiali, di tutti quelli chì avianu a sperenza senza faltering in i mumenti più strazii, in Africa liberatu da tutti servitori politichi, ecunomichi è espirituali.
Parechji di elli ùn anu mai pusatu u pede in stu cuntinenti. Altri, à u cuntrariu, nascinu è morse. Ci hè quì per stabiliscia i fundamenti per a unità africana. Avemu bisognu di voi, quì è ora, accunsenu nantu à l'instrumentu basu chì serà a fundazione per l'evoluzione futura di stu cuntinenti in paci, armunia è unità. (...)
Sta conferenze ùn pò micca finisce senza l'adopzione di una sola Carta Africana. S'è avvintenutu di guidà da u preoccuperu per un interessu stretta è una vana ambizioni, se cambiamu i nostri credenze per i benefici di curretta, chì crèdenu e nostre parolle, chì crèdenu in u nostru desinteressatu? Avemu bisognu di cunnosce i nostri opinioni, nantu à i grandi prublemi chì preoccupiote u mondu, cun valori è sincerità, per esse ciò chì hè. (...)
I nostri azzioni è attitudini ùn deve esse dumandatu. Cumu cunfurmassi à e nostre credenze per avè serveci è omini. (...)
Semu particularmenti compromettenu à l'eliminazione totali di a discriminazione raciale in u nostru cuntinenti. (...) A discriminazione raziali hè a evenazione negazione di l'equitazioni psicologichi è spirituali chì avemu avutu in prumuvutu di ottene. Hè dinò una negazione di a personalità è a dignità di l'Africanu chì avemu stabilitu per e nostre battè. Memoria di l'ingiustizia passata ùn anu micca fà per perdudi di vista di i prublemi urgenti chì facemu. Avemu a visu in pace cù i nostri colonizers. Semu liberu di recrimination e amarezza. Renunce a futilità di vendetta è represanza. Fighjemu di qualchissia sensazione di l'odi chì ponu sappè i nostri alme è vinu
nostri cori. Avemu accertà cum'è davanti a dignità chì dicemu per noi cum'è Africani, orgogliosi di e nostre proprietà, e nostre distinzioni è e nostre capacità. Sapemu chì ci sò differenzi trà noi. L'Africani ani diversità cultures, eigenvalues, attributi speciale. Ma sapemu chì e quì ci sò esempi, questa unità pò esse ottu trà l'omi di più diversità d'urighjini, chì e diffirenzii di razza, religione, cultura, tradizione, ùn ponenu micca obstaculamenti insurmountable per l'unione di i pòpuli.
A storia ci enseigne chì a unità hè forza è ci invita à annunzià e nostri differenzi, per vultà, in a circustanza per l'aiutu cumuni, di cummattiri cu i nostri forzi unani, in u percorsu di a fratellanza verità è a unità African. Ciò chì hà bisognu hè una unica organizzazioni africana per quale l'Africa puderia parlà cun una sola voce. Esprimi a speranza chì avemu a saviezza, u ghjudiziu è l'ispirazioni per guardà a fiducia di i nostri paesani è di i paesi chì anu impostu u destinu à e nostre mani. "
"A disciplina di a mente hè unu di i elementi basi di una verità è di a forza spirituale. In fattu, una università, presa in tutti i so aspetti, hè essenzalmenti una intrapriża spirituali chì, in più di a cunniscenza è a furmazione chì trasmessa, guida l'aluminii versu una vita chì hè più prudente è sensibule assai rispettu di a vita. . Semu sicuru chì e istituzione chì furanu l'università esse sviluppatu è sviluppatu, perchè u numaru di i tecnulichi etiopi cumprendini continuanu a cultivà. "
U putere Morale "Nimu pò esse ignoratu l'impurtanza di l'espirituali in u ciculu di studiu. A furmazione è a furmazione tecniche deve esse nutatu da a fede in Diu, rispettu umanu è rispettu per u ragiunamentu di a mente. Ùn ci hè più surger inking per a nostra struzzione, a nostra vita, è i nostri azzioni publica, è questi anu aghjustatu cù l'insignamentu di u divinu è u megliu in l'intelligenza di u umanu.
A funzione di guida cumminciata hè inspirada da i valori fundamentali è u putere murali chì anu statu l'essenza di i nostri insignamenti religievuli durante seculi. U nostru tempu hè un tempu criticu induve e nazioni si ponenu contru i nazioni. A tensione è u disastru hè pussibule in ogni mumentu. Distanze sò sparati. A pace è a vita sò minacciati da u cunflittu è malincipente. Hè avutu l'alta ora chì a credulita sincereghja in u parranaghju di u primu cù Diu hè u fundazione di l'aiutu di l'omu di a so edificazione è di a struzzione persunale, a basa di tutti l'intelligenza, a cooperazione è a pace. "

Discorsu di Haile Selassie 1er, u 4 ott 1964

"Mentre a filusufìa, chì cunsidereghja chì una razza hè suprana è un'altra inferior, ùn hè micca stata annudata è abbandunata permanentemente. In quantu ci sò primi è seconda classi citadini in una nazione. Mentre u culore di u pelle di un omu hà avutu più sensu, cà ciò chì di i so ochji. In quantu i diritti umani fundamentali, ùn sarà micca garantitatu ugualmente per tutti quelli riguardanti a razza. Mentre ùn aghja micca ghjornu oghje, u sònniu di pace duoppu, di a citadinanza di u globale è u regnu di a moralità internaziunale, serebbe sughjenu illusions fujitivi, perseguite, ma mai avè ottinutu. E finu à chì i regimi infuriati è despicabuli chì sustenevanu i nostri fratelli armati in catechioni inhumani ùn anu sullofunitu è ​​anu distruttu. Mentre a musculature, preghjudizii è interessi persunale, ùn sò micca rimpiazzati per una cunflienza di amante è di purta. Mentre i fratelli anziani ùn si sò stati è ùn parlanu micca cusì iguali in l'ochji di tutti l'omi cum'è quelli in l'ochji di u celu; Mentre ùn aghjunghjese stu ghjornu, l'umanità ùn sape micca a pace. Avemu l'Africani farani batti, se necessariu, è sapemu chì guveru, perchè avemu a fiducia in a vittoria di u bè nantu à u male. A basa di a discriminazione racial è di u colonialismu sempre hè statu economicu è hè cun armi ecumenici chì seremu da pudemu passà. Dopu à l'accusazioni adopti in a cunferenza in Addis Abeba, i stati africani anu pigliatu assai misure ecunòmi chì, se adoptenu tutti i stati membri di l'NNU, cambia rapidamente l'intransigenza. Dumandemu d'oghje chì ogni nazione rapprisenta sò veramente affittu di i principii di a charter è aderiscenu questi misuri. Avemu bisogna sempre per esse u tempu. Mentre ùn ci hè l'oppurtunità di esercitassi questa pressu lexitimatu per teme chì u tempu si eseguisce è prumesse in circustanza di ricerca à prucessi menu furtunati. In questi tempi muderni, e grandi nazioni di stu mondu faria sempre bè da ricurdà chì ancu u so destinu ùn hè micca solu in i so mani. A pace demende l'espansione unificata di ognuna di noi. Qualessu hè chì puderà prevettà quale chjave pò ignite u pinu? Per tutti noi u sfida hè a stessa, a vita o a morte, tutti vulemu viaghjà, avemu tutti circà, un mondu induve l'omi seranu liberati da e carichi di a ignuranza, a miseria, a fami è Se a catastrophe vinìanu per esse, avemu tutte in prestu per falla di una chjesa nuvola mortale. I prublemi chì facemu d'oggi sò tutti uguali, senza precedente. Ùn avemu micca cuntracupulu in l'experientra umana. Men seeking precedents and solutions in i pagine di a storia, ma ùn ci hè nimu. Questu hè u sfide finale. Dove si trovi a nostra survival? Dove si trovi a circà risponde à e quistione chì ùn sò micca dumandatu. Questu hè u sfide finale. Hè nè truvamu a risposta per e quistoni chì ùn sò micca dumandatu? Avemu prima à turnà à u Diu di omnevule, chì hà livatu l'omi nantu à l'animali è hà datu cun intelligenza è raghjone, avemu bisognu di fede in ellu, chì ùn hà micca ùn rinuncia micca è ùn permettenu micca di destruisce l'umanità ch'ellu creò in a so imatge. È duvemu assicurà ancu in u prufundità di e nostre ànima. Avemu bisognu di ciò chì no avemu mai statu, quale hè a nostra educazione, a nostra esperienza è u nostru ambiente, avemu assai prestu. Avemu bisognu d'esse più grande di ciò chì avemu statu braveru, hà una magistratura più larga è più larga. Avemu bisognu di diventà una nova razza, superve i nostri preghjudizi insignificanti è sottumette à l'ultime fideltà chì ùn devi micca à e nazioni, ma à i nostri cumpagnie in a cumunità umana. »

Chì hè a vostra reazione?
Amore
Haha
Stupendo
Tristu
furia
Avete rispundutu "U discursu di Haile Selassie à a UA è ..." Parechji sicondi dopu

Vi piaciu sta publicazione?

Siate u primu à vutà

Cum'è ti piace ...

Seguitimi nantu à e rete suciale!

afrikhepri@gmail.com

Mandà sta à un amicu