Prefaci di Tanella Boni per "Stitching" di Grobli Zirignon

stitch
Grazie per a spartera!

Dapoi a so prima cullezzione Wrecks (1981), Grobli Zirignon avia postu u tonu. S'hà dichjaratu ellu un pueta di l'esiliu, di vaga senza fine.

Avia cantatu l'esistenza di l'omu apolidu in cerca di a so unità persa. I Dispersioni (1982) avianu amplificatu u tema di l'abbattimentu di l'esistenza di l'omu "lampatu in i pasture" in l'universu, à a bona cura di a morte omnipresente in un desertu insondable. Tuttu accade cum'è se u pueta, lungo sta strada, gravitassi, cum'è un protozoo, intornu à un nucleu centrale, postu trà a morte, l'esistenza è a vita reale, questu attimu chì ùn si ferma mai distrughjini di u nostru viaghju irreversibile à nunda.

Eccu oghji, u pueta pone una pusizione plural è rinnuvata annantu à a pelle di l'esistenza ferita à morte. Ma a parolla forte hè solu un balsamu chì abbellisce a cicatrice di u corpu mentre u cori hè sagnante. L'esistenza diventa, à u listessu tempu, una terapia longa.

In a so casella di farmacia, u poeta esistente hà dipositu per a so felicità è per i nostri, solu una goccia di sperienza persunale in duie o trè pagine; dunque un magnificu bouquet di frammenti tradutti di ek-sistenza, Lingua, sapè, Diu, Altru.

À u fondu di a farmacia, i muti di filusufia sò cuparti di polvere di psicoanalisi.

L'inseme si trova in u circondu di u muvimentu di un bellu mitu di dogone. Eccu, allora, u fiumu Heraclitu si limita à a disperazione di Kierkegarden o à l'essenza di Heidegger. L'esistenza hè un dramma chì ùn hè micca ghjucatu trà l'essere è u nunda, ma piuttostu trà l'essere è a pazza. È u pueta era allora trà Sade è Kant. Eppuru, a figura di u jackal errante, Ogo, pare chì domina in tuttu questu. U stitching ùn hè nunda ma un innu à a ricerca iniziativa di u doppia micca truvata. Intornu à i frammenti ci hè una vacu, a pagina in biancu, u muru di a morte contru à quale l'esistente affronta in permanenza è dunque u spettru deve esse esorzatu:

"Avemu da tumbà a morte

duvemu tumbà a morte

duvemu tumbà a morte

campà a vita

duvemu tumbà a morte ".

Ma cumu per tumbà a morte si a guerra hè un viaticum, se Polemos, cum'è hà dettu i Presocratici, hè u Babbu di tutte e cose? L'ec-sœur, stu deportatu eternu ùn hà più scelta. Si mette in croce trà duie interdetti: a volta aperta di a Morte chì ùn mori è a guerra permanente. Sia cascatu da u "burato di fundazione" di i non morti, o si mette in bravu è fieru a so toga di cundannati per a vita. Ma in ogni casu, intravula senza scopu, cum'è un sentinellu leale à u so postu o un acellu in una gabbia. Infelice, privatu di divertisce, frustratu.

S'ellu riesce à esce da stu vertice necessariu, si ritruverà, rispunsevule cum'è JE. Ferà bollette è cercle sopra u mare, questu Altru fundamentale, chì a figura hè a Mamma chì devendu, sprawling, invasiva.

Corti di a corte. I rumori di lingua, sti signali di angoscia chì nimu piglia, sò inevitabbili corollari di ogni deportazione. Sempre chì l'e-sorella parla altamente se hè necessariu, senza alcuna preoccupazione per a presenza è l'aspettu di l'altru, sempre chì face, cum'è clown solitario, u so numeru di circu; per divertevi, per caminari cum'è un marchjante strettu nantu à una strada stretta, megliu, un ponte di cacciatore, sospettutu trà u celu è a terra sopra u mare.

Latu di giardinu. Unu deve immaginà u pueta esistente cum'è un Robinson senza u so venneri. Falluta in nessuna parte, si romperà a Pietra in l'isula deserta. Impegnerà corpu è anima, cum'è un omu liberu per cunquistà un "polder" constantemente minacciatu di desertificazione. Crecerà micca micca u tulipanu ma "a rosa / a rosa di i regu", chì identificarà prestu.

Cusì hà da avè l'uppurtunità di vede, grazia à u bonu tempu, i "lampi" di u Celu nantu à a Terra. Qualchi parche di u Paradisu si aprireranu à i so pedi. Spazi illusori è chimerichi, lanterne da altre parte. Li batterà a Verità, a Fede, Diu ... sti attacchi-viatichi chì amarà à a morte. Una bella storia d'amore, cù, cum'è bonus, una data mancata. Ddiu, in fattu, "u nostru doppiu perfettu" è, in più, a più seducente di idee, resteranu assente. Per sempre U capu sognatu di capu cù u Babbu ùn fererà.

È serà a supposizione gluriosa di l'I artistu di l'ordine di u simbolicu. Haverà persu tuttu fora di a cuscenza acuta di l'ingannimentu universale.

Allora u pueta diventerà un prufeta:

"Sò u messageria di Destinu

è à u mondu ch'e adiu

discorsu forte

dispenser di a vita gloriosa ".

È si senti bè per ellu stessu, quellu chì, nantu à a so croce, hà u tempu di svinzà un gestu cumplicatu à i so cumpagni in braccia di tutti i tempi: Socrate u ghjustu, u dolce Ghjesù, Mandela hà deportatu à a vita.

Ocuparà u tronu vacu di Diu, avarà "carica d'animi, pusendu davanti à a seduta di questu, sta" cosa scossa "dipositu quì, senza Autore, in piena" Crucivia ". Sta missione Prometeo hè u locu di cunciliazione di sè stessu cun ellu stessu.

A parolla serà u travagliu di l'artista esistente o ùn serà nunda. Ma "ci hè UNU" cum'è Lacan vulia. Hè per quessa chì u terapeuta esistente superarà, malgradu tuttu, a tentazione di suicidio.

Grobli ùn tratta mai. Hè sempre pinsatu "à a dumanda".

Tanella Boni

Preliminariu di u Puntutu di Sutura

Flint 1989

Grobli Zirignon

Grazie per avè riagitu cù una emoticon
Amore
Haha
Stupendo
Tristu
furia
Avete rispundutu "Prefaci di Tanella Boni per" Stitches ... " Parechji sicondi dopu