Johnny Clegg, The White Zulu - Documentario (2018)

Johnny Clegg

Dedicato al leader dell'ANC Nelson Mandela, al momento imprigionato dagli anni 24, asimbonanga è una di quelle rare canzoni che fanno la storia. Ritratto del suo autore e cantante recentemente scomparso, Johnny Clegg, che ha combattuto la lotta contro l'apartheid in Sud Africa. Le canzoni che fanno la storia sono rare. Asimbonanga è uno di loro. Ha spinto Savuka, il gruppo di cantanti e ballerini Johnny Clegg, a capo delle vendite discografiche in 1987, prima di diventare l'inno della lotta contro l'apartheid in Sud Africa. Dedicato al leader dell'ANC Nelson Mandela, all'epoca imprigionato per ventiquattro anni, la canzone di Zulu White segna una pietra miliare nella traiettoria di un artista che ha passato la sua giovinezza alla coraggiosa censura. Confessione intima Mentre aveva fino ad ora rifiutato qualsiasi progetto di documentario sulla sua vita, Johnny Clegg ha accettato di essere girato da Amine Mestari nella sua casa di Johannesburg. 65 anni e sapendo condannato consapevolmente a breve termine da un cancro incurabile, la star desiderava tornare sulla sua infanzia, la sua giovinezza e la sua carriera. Particolarmente commovente, questo ritratto mescola intime confessioni di un uomo indebolito ma ancora scintillante, testimonianze dei suoi compagni di viaggio, come Sipho Mchunu, con il quale ha fondato il suo primo gruppo, Juluka, immagini della vita quotidiana sotto apartheid e brani tratti da concerti di un artista impegnato, di cui sappiamo meno che è anche un antropologo e specialista Zulu.

Documentario di Amine Mestari (Francia, 2018, 53mn

Grazie per aver reagito con un'emoticon e condividere l'articolo
Amore
Haha
Wow
Triste
Arrabbiato
Hai reagito "Johnny Clegg, lo zulu bianco - Documenta ..." Qualche secondo fa