Le proposte 8 di Pierre Rabhi per vivere prendendosi cura della vita

Le proposte 8 di Pierre Rabhi per vivere prendendosi cura della vita
Grazie per averlo condiviso!

"Il pianeta Terra è ancora oggi l'unica oasi di vita che conosciamo in un immenso deserto siderale. La cura, rispettare la sua integrità fisica e biologica, sfruttare le sue risorse con moderazione, stanno costruendo la pace e la solidarietà tra le persone, il rispetto per tutta la vita, è il progetto più realistico, il più magnifico che neanche. "

Le seguenti proposte sono dalla Carta per la Terra e l'Umanesimo, scritto da Pierre Rabhi per il movimento colibrì, dopo il suo libro Verso la Felice Sobrietà, pubblicato nel 2010 Actes-Sud.

Più che semplici idee, queste proposte reinventano un modello di società per offrire un'alternativa al mondo di oggi. Per il momento si ferma solo il denaro per il silenzio tornare ad essere meravigliosa, che la logica del profitto senza limiti lascia il posto a quello dei vivi, per il battito del nostro cuore non suonano come i motori per esplodere e infine per vivere e prendersi cura della vita.

1: Agroecologia, per un'agricoltura biologica ed etica

Di tutte le attività umane, l'agricoltura è il più indispensabile, perché nessun essere umano può fare a meno del cibo. Agroecologia come noi sosteniamo l'etica della vita e della tecnologia agricola permette alle persone di ritrovare la loro indipendenza, la sicurezza e la sicurezza alimentare, rigenerando e preservare il loro patrimonio adottiva.

2: ricolloca l'economia per dare un senso ad essa

Produrre e consumare localmente è una necessità assoluta per la sicurezza delle popolazioni in relazione alle loro esigenze basilari e legittime. Senza essere chiusi a scambi complementari, i territori diventerebbero culle autonome, valorizzando e prendendosi cura delle proprie risorse locali. L'agricoltura a misura d'uomo, l'artigianato, le piccole imprese, ecc., Dovrebbero essere riabilitati in modo che il massimo dei cittadini possa diventare protagonista dell'economia.

3: il femminile al centro del cambiamento

La subordinazione del femminile a un mondo maschile oltraggioso e violento rimane uno dei grandi handicap per l'evoluzione positiva della razza umana. Le donne hanno maggiori probabilità di proteggere la vita piuttosto che distruggerla. Dobbiamo rendere omaggio alle donne, custodi della vita, e ascoltare il femminile che esiste in ognuno di noi.

4: felice sobrietà contro "sempre di più"

Di fronte al "sempre più" indefinito che rovina il pianeta a beneficio di una minoranza, la sobrietà è una scelta consapevole ispirata dalla ragione. È un'arte e un'etica della vita, fonte di soddisfazione e profondo benessere. Rappresenta un posizionamento politico e un atto di resistenza a favore della terra, della condivisione e dell'equità.

5: Un'altra educazione da imparare mentre ti meraviglia

Auguriamo con tutta la nostra ragione e con tutto il cuore un'educazione che non sia basata sull'ansia del fallimento ma sull'entusiasmo di imparare. Chi abolisce il "ogni uomo per sé" esalta il potere della solidarietà e della complementarità. Chi mette i talenti di tutti al servizio di tutti. Un'educazione che equilibra l'apertura della mente con la conoscenza astratta con l'intelligenza delle mani e la creatività concreta. Che collega il bambino alla natura, a cui deve e dovrà sempre sopravvivere, e lo risveglia alla bellezza e alla sua responsabilità per la vita. Per tutto questo è essenziale per l'elevazione della sua coscienza.

6: incarnare l'utopia

L'utopia non è la chimera ma il "non-luogo" di tutte le possibilità. Di fronte ai limiti e alle impasse del nostro modello di esistenza, è una pulsione di vita, capace di rendere possibile ciò che consideriamo impossibile. Le utopie di oggi sono le soluzioni di domani. La prima utopia è incarnare in noi stessi, perché il cambiamento sociale non avverrà senza il cambiamento degli umani.

7: La terra e l'umanesimo

Riconosciamo nella terra, il bene comune dell'umanità, l'unico garante della nostra vita e della nostra sopravvivenza. Ci impegniamo coscientemente, sotto l'ispirazione di un umanesimo attivo, a contribuire al rispetto di tutte le forme di vita e al benessere e alla realizzazione di tutti gli esseri umani. Infine, consideriamo la bellezza, la sobrietà, l'equità, la gratitudine, la compassione, la solidarietà come valori indispensabili per la costruzione di un mondo vitale e vivibile per tutti.

8: La logica del vivere come base per il ragionamento

Riteniamo che l'attuale modello dominante sia impraticabile e che un cambiamento di paradigma sia essenziale. È urgente porre l'umano e la natura al centro delle nostre preoccupazioni e mettere al loro servizio tutti i nostri mezzi e le nostre capacità

Di Mathieu Doutreligne

FONTE:http://vahineblog.over-blog.com/2015/08/les-8-propositions-de-pierre-rabhi-pour-vivre-en-prenant-soin-de-la-vie-see-more-at-http-www-bioalaune-com-fr-actualite-bio-23842-8

Grazie per aver reagito con un'emoticon
Amore
Haha
Wow
Triste
Arrabbiato
Hai reagito "Le proposte 8 di Pierre Rabhi per vivere e ..." Qualche secondo fa

Leggere anche